Relazione tra googlebot e pagerank

Rolf Broer, dopo aver creato alcuni test per vedere come reagisce googlebot su diverse configurazioni di link e pagine, ha da poco pubblicato un interessante articolo sul crawl di google e la sua capacità di scansione.

Per prima cosa ha notato che l’utilizzo di una sitemap influisce in modo positivo, inoltre, sebbene google consigli di non inserire più di 100 link in una pagina, il test ha dimostrato che ne indicizza un numero maggiore se è necessario.
Matt Cutts ha affermato che “la quantità di pagine scansionate è grosso modo proporzionale al PageRank”. In 31 giorni, googlebot ha visitato circa 375.000 pagina su un sito con pagerank pari a 0.
Rolf ha dichiarato che per un sito con PageRank 1, googlebot potrebbe eseguire la scansione su 140.000.000.000 pagine in 31 giorni.
Ciò significa semplicemente che il PageRank non influisce affatto sul vostro numero di pagine scansionato, anche se potrebbe influire sulla frequenza con cui googlebot passi per il vostro sito.
Un’altra test riguarda le breadcrumbs, ossia quei menù di navigazione che vi mostrano in che punto del sito siete, inserita solitamente nella parte superiore di una pagina web, ad esempio

Home Page → categoria → notizia

Rolf ha creato una pagina con una url di una certa profondità (/lvl1/lvl2/lvl3) ed ha notato che le pagine di livello 3 venivano scansionate 3 volte mentre quelle superiore di livello 1 e 2 neanche una, insomma non conviene utlizzare le breadcrumbs come metodo di indicizzazione, poichè googlebot scansiona meglio dall’alto in basso.
Link: googlebot-new-insights