Chirp, un nuovo e valido client per Twitter

Tra i tanti client nati per usare Twitter, ve ne sono pochi che davvero riescono a soddisfare le esigenze degli utenti.
Fino ad oggi, ho sempre usato Twhirl, completo, con tante funzionalità, molto affidabile e che supporta anche FriendFeed.
Il client per Twitter di cui vi parlo oggi è invece Chirp, che a differenza di Thwirl, sviluppato su Adobe AIR, sfrutta il sottosistema grafico Windows Presentation Foundation di Microsoft.
Chirp è disponibile per Windows Vista e Windows 7. Una volta effettuata l’installazione la cosa che colpisce di più è la grafica accattivante, ma è utilizzandolo che possiamo goderne e pieno le funzionalità e  provare la navigazione con lo scorrimento dei twits molto simile a quello dell’ iPhone, anche se ottenuta con l’uso del mouse. Peculiarità di questo client è  quella di poter scorrere infiniti updates.

Chirp

Le funzionalità sono molto simili a quelle di altri client: è possibile rispondere direttamente ad un messaggio, mandare messaggi diretti ecc. Inoltre, cliccando sugli avatar dei contatti è visualizzabile il profilo di ognuno, inserirlo tra i preferiti, bloccarlo o toglierlo dai contatti seguiti; gli updates dei contatti favoriti verranno visualizzati in una schermata a parte. Unica pecca è quella di non includere un servizio per accorciare gli url, utile, se non indispensabile, per condividere indirizzi.
Per installare Chirp, requisito necessario, oltre a Windows Vista o 7, è .NET Framework 3.5 con SP1.
Ma vediamo meglio cos’è  Windows Presentation Foundation.

WDF, noto anche con il nome in codice di Avalon, è il motore grafico del futuro sviluppato da Microsoft, che  andrà presto a sostituire del tutto GDI (Graphics Device Interface), ormai vecchio di vent’anni. Più specificatamente WDF è una libreria di classi del Framework .NET introdotta con la versione 3.0 di quest’ultimo; è basato su un sistema di grafica vettoriale che si appoggia alle DirectX sfruttando l’accelerazione hardware delle schede grafiche. Può essere utilizzato per realizzare applicativi eseguibili anche all’interno dei browser. Il linguaggio usato per la creazione di una interfaccia utente in WPF è l’XAML (eXtensible Application Markup Language), basato su XML.
Link:  Chirp